Alla scoperta della Calabria, del suo territorio, delle sue risorse e di tutto ciò che di meraviglioso ha da offrire

Sabato, 13 Gennaio 2018 11:31

Serra San Bruno, i carbonai


E' forse uno degli ultimi settori attivi dell'archeologia industriale di cui tutta l'area delle Serre era ricca in un non lontano passato.

Infatti, a memoria d'uomo, si ricordano ancora le decine di siti della produzione del carbone sparse nella fitta vegetazione delle montagne di Serra.
A distanza di secoli, ancora oggi, nei boschi delle Serre, è possibile individuare gli "scarazzi" fumanti, i covoni di legna accatastata e coperti di paglia bagnata e terra, che permettono la completa disidratazione e la piena cottura del legno e che porterà alla carbonizzazione.
E' una procedura lunga e paziente che deve essere seguita per circa venti giorni, mentre ne occorrono circa dieci per l'accatastamento geometrico della legna che va selezionata con a centro i pezzi più grossi a finire con i rami più sottili.
Così tra fumo e polvere nera, trascorrono trenta lunghi giorni prima che il carbone, ormai pronto, possa raggiungere nei sacchi di iuta le più lontane destinazioni.
Oggi, intorno le montagne di Serra esistono vari siti di carbonizzazione pienamente funzionanti e tutti a conduzione familiare, siti che rimangono a testimonianza di una attività che si va perdendo ma che ha costituito per secoli un importante punto di riferimento per l'economia locale.

Letto 101 volte

 

Free Joomla! template by Age Themes